Capitalizzazione di mercato: significato e calcolo

La capitalizzazione di mercato è un indicatore abbastanza immediato della grandezza di una società quotata in borsa. Essa infatti non è altro che la somma del valore di tutte le azioni. Per calcolare la capitalizzazione di mercato è quindi necessario fare una semplice moltiplicazione, come segue.

Numero di azioni in circolazione * prezzo unitario di una singola azione

Dal momento che parliamo di società quotate in borsa spesso si usano locuzioni come capitalizzazione di borsa o capitalizzazione azionaria. In inglese il termine viene indicato con market cap, che non è altro che la traduzione letterale.

Quando invece si parla di capitalizzazione di un intero settore di mercato si intende la somma di tutti i titoli facenti parte quel settore.

Capitalizzazione di mercato come requisito per ammissione in Borsa

Il market cap è uno dei requisiti minimi che una società deve soddisfare per poter partecipare alle contrattazioni in Borsa. In Italia i requisiti minimi sono divisi così per settore:

  • blue chip: 1 miliardo di euro;
  • resto del mercato MTA: 40 milioni di euro;
  • mercato Expandi: 1 milioni di euro.

Valore variabile

Come abbiamo visto a inizio articolo la capitalizzazione di mercato è il risultato di un prodotto, dove uno dei due è il prezzo unitario di ogni azione. Essendo quest’ultimo derivato dalla negoziazione di mercato e quindi variabile nei momenti di sessione aperto, anche la capitalizzazione azionaria è un valore variabile.

Questo valore può cambiare anche drasticamente in caso di crolli o di rialzi molto elevati.

Principali indici delle borse nazionali

I principali indici delle borse nazionali sono caratterizzati proprio dalla market cap. Infatti per far parte del maggiore indice di una borsa nazionale si usa come indicatore principale proprio la capitalizzazione di mercato.

In Italia il maggiore indice di Borsa Italiana è il FTSE MIB, che racchiude le 40 società italiane con più capitalizzazione azionaria, stesso discorso si applica sul DAX 30 di Francoforte (le 30 più grandi società tedesche), sul FTSE 100 di Londra (le 100 società britanniche con più capitalizzazione di borsa) e così via.

Capitalizzazione di mercato criptovalute

Il termine market cap viene utilizzato anche nel mondo delle criptovalute. In questo caso si parla della somma del valore della valuta virtuale. Per la precisione si applica la seguente moltiplicazione:

Prezzo della criptovaluta * numero di “esemplari” circolanti 

Possiamo notare dunque che il discorso di fondo non differisce da quello relativo alla capitalizzazione azionaria.